Come si taglia un albero: consigli e indicazioni

Tagliare un albero è un'operazione delicata che andrebbe affidata a dei professionisti. Se state leggendo questo blog, però, significa che volete cimentarvi personalmente nell'impresa: potete sicuramente provare, ma solo se l'albero in questione è relativamente basso e piccolo.

In ogni caso, le parole chiave da tenere sempre a mente sono due: sicurezza e sapere. La prima la lasciamo al vostro buon senso, mentre vi forniremo il secondo in questo articolo.

Innanzitutto esaminate l'albero da tagliare e l'area circostante

Prima di fare qualcosa, bisogna sapere esattamente come fare. Innanzitutto, quindi, esaminate bene l'albero da tagliare e vi semplificherete la vita. Bisogna esaminare in particolare quattro fattori:

1. la direzione di inclinazione dell'albero
2. la presenza di rami rotti o morti
3. la presenza o meno di un'area vuota in cui l'albero può cadere
4. la presenza di eventuali rami di altri alberi che intralciano

Un extra: mentre controllate tutte queste cose, cercate anche di capire se c'è modo di allontanarsi dall'albero qualora la situazione diventasse poco sicura.

I fattori più importanti per la vostra sicurezza: strumenti e attrezzi

Il taglio di un albero richiede molti passaggi ed è un'operazione rischiosa, oltre a essere di per sé difficile. Quindi è importante avere a portata di mano i giusti strumenti e attrezzi. Innanzitutto è necessario indossare degli indumenti protettivi come:

pantaloni in kevlar;
un cappello rigido;
scarponi da lavoro con punta in acciaio;
robusti guanti da lavoro;
occhiali protettivi.

Tenete inoltre un kit di pronto soccorso a portata di mano: ricordate che è facile tagliarsi. Infine, naturalmente, gli attrezzi adatti: motoseghe, che devono avere una catena ben affilata e devono essere completamente cariche (che si tratti di una motosega a benzina o elettrica, la cosa importante è la sua durata), una scala, una corda, un'ascia e cunei.

Ora seguite questi passaggi per tagliare l'albero

  • Colpite l'albero per sentire come suona: cominciate a colpire l'albero con l'ascia. Se suona pieno, significa che l'albero ha del legno vivo. Cercate un punto che suona vuoto, perché lì il legno è più semplice da tagliare.
  • Individuate il punto in cui l'albero deve cadere: se l'albero ha una chiara direzione d'inclinazione, è importante farlo cadere dove cadrebbe naturalmente. In ogni caso, scegliete un punto in cui l'albero è piano, altrimenti potrebbe rimbalzare e causare danni.
  • Fate un taglio orizzontale: il taglio determinerà la direzione di caduta dell'albero, dato che è perpendicolare ad essa. Non incidete più di un terzo del diametro del tronco.
  • Eseguite un taglio a cuneo: al di sopra o al di sotto del taglio orizzontale, eseguite un taglio a cuneo,in modo che la fetta di albero tagliata sia simile a una fetta d'arancia.
  • Fate un taglio sul retro: sull'altro lato dell'albero, cercate di eseguire un taglio spesso. Il taglio sul retro dovrebbe essere situato circa 4 cm al di sopra del taglio orizzontale. Durante l'operazione di taglio, è necessario inserire un cuneo per evitare che l'albero si appoggi sulla motosega.
  • Siate pronti a correre: una volta completato il taglio sul retro, sarà solo il legno a sostenere l'albero. Quando l'albero inizia a inclinarsi e sta per cadere, mettetevi in sicurezza allontanandovi in fretta e senza guardare indietro.

Come già spiegato in precedenza, è preferibile che non tagliate l'albero da soli, soprattutto se è molto alto. Affidatevi a dei professionisti. Ma se proprio avete bisogno di tagliarlo da soli, assicuratevi di sapere come fare e di essere in grado di eseguire il lavoro.

Articoli collegati a La parola all'esperto
Pronto per l'inverno? Suggerimenti per riporre e conservare i tuoi attrezzi

In inverno il giardino riposa, è quindi il momento di pensare a come e dove riporre i tuoi attrezzi da giardinaggio. Brina mattutina, pioggia, neve, ghiaccio... il clima rigido può contribuire a deteriorare e corrodere i componenti in metallo, plastica e gomma.

Leggi di più
Checklist: manutenzione del giardino in autunno

L'autunno è finalmente arrivato: le giornate si accorciano, le notti si allungano e la temperatura sta scendendo. Quali sono quindi le cose da fare in giardino in vista dell’inverno?

Leggi di più
Perché il giardinaggio fa così bene ai bambini

Trascorrere del tempo all'aria aperta è un toccasana per i bambini. L'aria fresca è la migliore terapia, le attività all'aperto li mantengono attivi e, per di più, solitamente amano i grandi spazi all'aperto.

Leggi di più
Checklist: manutenzione del giardino in estate

Durante l'estate, vogliamo tutti avere un giardino bello e salubre: improvvisi sbalzi di temperatura, cambiamenti delle condizioni meteorologiche e un po’ di negligenza possono rovinare i nostri sforzi. Qui puoi trovare 8 consigli facili da seguire per prenderti cura del tuo giardino in estate!

Leggi di più
Annoiato in quarantena? Niente paura: ecco i nostri consigli green per una quarantena green

È un momento difficile, in cui tutti noi dobbiamo seguire le linee guida per mantenere noi stessi e gli altri al sicuro: il Coronavirus, che si sta diffondendo a livello globale, sta limitando il nostro spazio personale e la nostra libertà di movimento quotidiana. Ma per chi di noi ha la fortuna di avere un giardino privato, grande o piccolo che sia, anche un semplice terrazzo, c'è ancora la possibilità di godersi l'aria aperta in totale sicurezza!

Leggi di più
Giardini innovativi: 4 tipi di prato che gli amanti del giardinaggio dovrebbero conoscere

In quanto amanti del giardinaggio, ci sono dei tipi di prati innovativi che dovete assolutamente conoscere perché si stanno espandendo in tutti i posti invisibili della vostra città. 

Leggi di più
Come prevenire danni all'erba e alla vegetazione: consigli per un uso corretto del tagliabordi

Il decespugliatore è un aiuto prezioso per la cura di giardini e aree verdi. Consente di rimuovere erbacce e arbusti in zone in cui il normale rasa erba non arriva, come ad esempio aree nascoste con siepi e cespugli oppure angoli particolarmente difficili da raggiungere. 

Leggi di più
Share on Facebook Share on Linkedin