Come prevenire danni all'erba e alla vegetazione: consigli per un uso corretto del tagliabordi

Il decespugliatore è un aiuto prezioso per la cura di giardini e aree verdi. Consente di rimuovere erbacce e arbusti in zone in cui il normale rasa erba non arriva, come ad esempio aree nascoste con siepi e cespugli oppure angoli particolarmente difficili da raggiungere. 

Se non viene utilizzato correttamente, però, il decespugliatore può danneggiare la vegetazione adiacente. Per evitare che questo accada, ecco una guida concisa ma completa per imparare a utilizzare correttamente questo essenziale attrezzo da giardinaggio.

L'uso scorretto di un decespugliatore può causare problemi agronomici come:

  • Effetti negativi sulla flora erbacea | Un uso troppo frequente del decespugliatore tende a favorire la crescita di una flora non adatta a creare un prato di buona qualità. Inoltre, la rimozione eccessiva di erba aumenta il rischio di strappare il terreno (il cosiddetto effetto scalpo), facendo comparire delle brutte chiazze marroni nel prato.
  • Effetti negativi sulla flora arborea| Un uso inaccurato del decespugliatore vicino a siepi, cespugli o alberi aumenta il rischio di danneggiarli, causando delle lesioni occasionali di rami e tronchi. Ciò può verificarsi soprattutto in primavera, quando rami e tronchi sono più delicati. Le lesioni possono essere più o meno pericolose, possono infettare la pianta con patogeni fungini, bloccandone lo sviluppo o causandone addirittura la morte.

Consigli dell'esperto, attenzione costante e piccoli accorgimenti: come evitare di causare danni con il decespugliatore

Per evitare di causare potenziali danni alla vegetazione con il decespugliatore, innanzitutto è buona regola chiedere consiglio al venditore per capire quale sia il miglior metodo per usare il decespugliatore.

Inoltre, è opportuno utilizzarlo sempre prestando la massima attenzione, cura e precisione, lasciando da parte fretta e distrazioni. Esistono anche dei trucchi semplici ma efficaci per facilitare il lavoro e proteggere il prato e la vegetazione circostante dell'area verde in cui si vuole lavorare con il decespugliatore.

Per evitare di danneggiare l'erba con il decespugliatore:

  • Mantenere la lama del decespugliatore sempre perfettamente parallela al terreno.
  • Evitare di far entrare il filo di taglio del decespugliatore a contatto con il terreno.
  • Scegliere un'altezza di taglio minima di 30-35 mm o più.

Per evitare di danneggiare rami e tronchi con il decespugliatore:

  • Mantenere una distanza adeguata tra il filo di taglio del decespugliatore e i rami o tronchi.
  • Proteggere gli alberi giovani con dei materiali sintetici come gomma o plastica ad un'altezza di almeno 20-25 cm dal terreno.
  • Nel punto in cui l'albero si inserisce nel terreno, disporre del pacciame, biodegradabile o sintetico, su un raggio di circa 30-40 cm. In questo modo si evita che crescano erbacce attorno al tronco, evitando quindi il problema e la necessità di ricorrere al decespugliatore.

È sempre preferibile utilizzare pacciame biodegradabile, ma si può scegliere tra diversi materiali, come ad esempio:

  • Materiali incoerenti (ovvero corteccia) da disporre in uno spesso strato regolare. Se utilizzati in quantità sufficiente, questi materiali possono durare più di due anni.
  • Materiali biodegradabili (ovvero dischi di cocco o iuta), che hanno una durata di circa due anni.
  • Teli, plastica PE (polietilene) o materbì biodegradabile, che hanno una durata di rispettivamente uno e due anni.
Articoli collegati a La parola all'esperto
Pronto per l'inverno? Suggerimenti per riporre e conservare i tuoi attrezzi

In inverno il giardino riposa, è quindi il momento di pensare a come e dove riporre i tuoi attrezzi da giardinaggio. Brina mattutina, pioggia, neve, ghiaccio... il clima rigido può contribuire a deteriorare e corrodere i componenti in metallo, plastica e gomma.

Leggi di più
Checklist: manutenzione del giardino in autunno

L'autunno è finalmente arrivato: le giornate si accorciano, le notti si allungano e la temperatura sta scendendo. Quali sono quindi le cose da fare in giardino in vista dell’inverno?

Leggi di più
Perché il giardinaggio fa così bene ai bambini

Trascorrere del tempo all'aria aperta è un toccasana per i bambini. L'aria fresca è la migliore terapia, le attività all'aperto li mantengono attivi e, per di più, solitamente amano i grandi spazi all'aperto.

Leggi di più
Checklist: manutenzione del giardino in estate

Durante l'estate, vogliamo tutti avere un giardino bello e salubre: improvvisi sbalzi di temperatura, cambiamenti delle condizioni meteorologiche e un po’ di negligenza possono rovinare i nostri sforzi. Qui puoi trovare 8 consigli facili da seguire per prenderti cura del tuo giardino in estate!

Leggi di più
Annoiato in quarantena? Niente paura: ecco i nostri consigli green per una quarantena green

È un momento difficile, in cui tutti noi dobbiamo seguire le linee guida per mantenere noi stessi e gli altri al sicuro: il Coronavirus, che si sta diffondendo a livello globale, sta limitando il nostro spazio personale e la nostra libertà di movimento quotidiana. Ma per chi di noi ha la fortuna di avere un giardino privato, grande o piccolo che sia, anche un semplice terrazzo, c'è ancora la possibilità di godersi l'aria aperta in totale sicurezza!

Leggi di più
Giardini innovativi: 4 tipi di prato che gli amanti del giardinaggio dovrebbero conoscere

In quanto amanti del giardinaggio, ci sono dei tipi di prati innovativi che dovete assolutamente conoscere perché si stanno espandendo in tutti i posti invisibili della vostra città. 

Leggi di più
Come si taglia un albero: consigli e indicazioni

Tagliare un albero è un'operazione delicata che andrebbe affidata a dei professionisti. Se state leggendo questo blog, però, significa che volete cimentarvi personalmente nell'impresa: potete sicuramente provare, ma solo se l'albero in questione è relativamente basso e piccolo.

Leggi di più
Share on Facebook Share on Linkedin