Magazine

Come prevenire danni all'erba e alla vegetazione: consigli per un uso corretto del tagliabordi

Il decespugliatore è un aiuto prezioso per la cura di giardini e aree verdi. Consente di rimuovere erbacce e arbusti in zone in cui il normale rasa erba non arriva, come ad esempio aree nascoste con siepi e cespugli oppure angoli particolarmente difficili da raggiungere. 

Se non viene utilizzato correttamente, però, il decespugliatore può danneggiare la vegetazione adiacente. Per evitare che questo accada, ecco una guida concisa ma completa per imparare a utilizzare correttamente questo essenziale attrezzo da giardinaggio.

L'uso scorretto di un decespugliatore può causare problemi agronomici come:

  • Effetti negativi sulla flora erbacea | Un uso troppo frequente del decespugliatore tende a favorire la crescita di una flora non adatta a creare un prato di buona qualità. Inoltre, la rimozione eccessiva di erba aumenta il rischio di strappare il terreno (il cosiddetto effetto scalpo), facendo comparire delle brutte chiazze marroni nel prato.
  • Effetti negativi sulla flora arborea| Un uso inaccurato del decespugliatore vicino a siepi, cespugli o alberi aumenta il rischio di danneggiarli, causando delle lesioni occasionali di rami e tronchi. Ciò può verificarsi soprattutto in primavera, quando rami e tronchi sono più delicati. Le lesioni possono essere più o meno pericolose, possono infettare la pianta con patogeni fungini, bloccandone lo sviluppo o causandone addirittura la morte.

Consigli dell'esperto, attenzione costante e piccoli accorgimenti: come evitare di causare danni con il decespugliatore

Per evitare di causare potenziali danni alla vegetazione con il decespugliatore, innanzitutto è buona regola chiedere consiglio al venditore per capire quale sia il miglior metodo per usare il decespugliatore.

Inoltre, è opportuno utilizzarlo sempre prestando la massima attenzione, cura e precisione, lasciando da parte fretta e distrazioni. Esistono anche dei trucchi semplici ma efficaci per facilitare il lavoro e proteggere il prato e la vegetazione circostante dell'area verde in cui si vuole lavorare con il decespugliatore.

Per evitare di danneggiare l'erba con il decespugliatore:

  • Mantenere la lama del decespugliatore sempre perfettamente parallela al terreno.
  • Evitare di far entrare il filo di taglio del decespugliatore a contatto con il terreno.
  • Scegliere un'altezza di taglio minima di 30-35 mm o più.

Per evitare di danneggiare rami e tronchi con il decespugliatore:

  • Mantenere una distanza adeguata tra il filo di taglio del decespugliatore e i rami o tronchi.
  • Proteggere gli alberi giovani con dei materiali sintetici come gomma o plastica ad un'altezza di almeno 20-25 cm dal terreno.
  • Nel punto in cui l'albero si inserisce nel terreno, disporre del pacciame, biodegradabile o sintetico, su un raggio di circa 30-40 cm. In questo modo si evita che crescano erbacce attorno al tronco, evitando quindi il problema e la necessità di ricorrere al decespugliatore.

È sempre preferibile utilizzare pacciame biodegradabile, ma si può scegliere tra diversi materiali, come ad esempio:

  • Materiali incoerenti (ovvero corteccia) da disporre in uno spesso strato regolare. Se utilizzati in quantità sufficiente, questi materiali possono durare più di due anni.
  • Materiali biodegradabili (ovvero dischi di cocco o iuta), che hanno una durata di circa due anni.
  • Teli, plastica PE (polietilene) o materbì biodegradabile, che hanno una durata di rispettivamente uno e due anni.

Noi di STIGA mettiamo passione in tutto ciò che ha a che fare con il tuo giardino

keyboard_arrow_right Vedi scheda

Prodotti in questo articolo

Accessori

Articoli simili